A denti stretti

E poi ci provi, ci provi anche se già sai che non ci riuscirai.
Perché mai una come te dovrebbe riuscire nei suoi intenti?
Solo con il passare delle settimane realizzi che quella persona non eri tu, che quella che non ottiene risultati era la vecchia te, quella che non ci credeva, che si dava per vinta subito.
Invece no, a denti stretti vai avanti ed ogni giorno sei sempre più forte, grazie a te stessa, a quella che sei davvero!
Parleranno ancora, criticheranno ancora, ma alle persone forti certe chiacchiere fanno solo vento.
Ti sminuiranno, controlleranno ogni tuo minimo gesto nella speranza che tu caschi di nuovo.
Quando crederai di nuovo in te, potranno parlare quanto vorranno, e tu fatti una bella risata alla faccia loro, alla faccia di chi giudica, di chi offende, fagli vedere che ciò che dicono ti rimbalza addosso.
E sopratutto….. regalagli uno specchio!

MAI.

Rabbia? Odio?
MAI!
Secondo me l’odio è un sentimento talmente forte che non va provato per nessuno, evitare che la persona con cui ce l’avete diventi tronfia di soddisfazione a causa vostra, non gli dovete niente.
La rabbia… nahhh, fa fare cose sbagliate, dire parole di troppo, compromettersi per una cosa da poco, riflettete un attimo, la persona che avete davanti merita che voi perdiate la vostra dignità? Nessuno lo merita quindi la risposta è no.
Indifferenza, ecco qual è l’unica cosa da fare, non perdete tempo con chi non vi merita, state più vicini a chi vi vuole bene davvero, non fatevi problemi, non credete a tutto il veleno che sputano, non è altro che repressione.
Aspettate, la ruota girerà.
E ricordatevi sempre che niente potrà mai distruggervi, ne destabilizzarvi, potete farglielo credere se volete.
Un bel sorriso è la miglior arma.
“Amate i vostri amici ma ancora di più i vostri nemici”.

Strane creature mitologiche

Fino a qualche tempo fa ne avevo solamente sentito parlare, non accorgendomi, ingenuamente che ne avevo incontrate a bizzeffe, pensavo che apparissero come creature mitologiche con un doppio collo, una doppia testa e ovviamente una doppia faccia.Immagine Pensavo di poterle riconoscere a vista d’occhio, che avessero qualche tratto in comune, un doppio naso nascosto, invece niente, mi sono sempre accorta di questa loro caratteristica troppo tardi, quando avevano già svolto gran parte del loro “lavoro”.

Come in tutte le cose ci sono diverse varianti, esistono quelli che ti salutano che davanti a tutti dicono di adorarti taaaalmente taaanto e poi come giri le spalle aaaaahhhhh quante ne dicono, ci sono quelli che ti considerano solo quando sono soli, ma quando sono con gli altri nemmeno vedono che esisti; si dice che un amico si vede proprio nel momento del bisogno e certe persone in tale momento cercano di avere intorno più persone possibili in modo di ricevere comprensione a destra e manca, ma sapete qual’è il momento più divertente?

Un giorno “gli usati”, chiamiamoli cosi perchè per certa gente questo è il loro ruolo, si svegliano, fanno colazione e mentre sorseggiano il loro thè si rendono condo di come tal de tali si stia comportando male nei loro confronti, decidono perciò di rimanere al gioco ancora per un pò, aspettano l’ennesimo momento del bisogno e fanno di tutto pur di infastidire la creatura mitologica (solitamente si comporta in tal modo con le persone più deboli, nella speranza che non si accorgano di niente) che spera in un appoggio totale, questo purtroppo non ci sarà più e il nervosismo andrà alle stelle.

Mi sono spesso chiesta che senso avesse comportarsi cosi e non sono riuscita a trovare una risposta, magari inizialmente le persone si fideranno di voi, ma basterà poco tempo per capire come siete davvero… e sapete qual’è il miglior regalo che potete fare a chi vi credeva amici? Rimanere soli..